Non abbandoniamo gli anziani

Gli anziani sono una categoria oramai sempre meno protetta, questo perché spesso considerati non più utili alla società e trattati come non aventi diritti. L’abbandono nei loro confronti non è esclusivamente dal lato umano, ma anche dal lato societario, in relazione agli incentivi economici che non sono sempre i più adatti.

L’abbandono degli anziani avviene ogni giorno, le case di riposo sono sempre più colme di senior che non possono permettersi strutture migliori e che quindi sono costretti a vivere in luoghi del genere, dunque abbandonati dalle famiglie.

L’anziano viene purtroppo considerato come un peso da portare, ma non è sempre stato così, in passato la società sapeva apprezzarne il valore come uno scrigno ricolmo di esperienza, pazienza ed insegnamenti. È vero anche che non si deve mai generalizzare, non in tutti i casi è presente un abbandono, ma la cultura che si sta diffondendo va sempre di più in contro ad un pensiero che esprime la giusta gratitudine per la terza età, che dopo anni e anni di lavoro e sacrifici merita il giusto ringraziamento con il proseguo di una vita dignitosa.

Non abbandonare gli anziani non significa solo prendersi cura di loro, ma entrare nell’ottica che quando una persona arriva alla terza età non diventa automaticamente inutile, ma anzi va valorizzata e supportata come ringraziamento di della propria vita professionale e non.

Non sempre le famiglie riescono a prendersi cura dei propri anziani, ma questo non deve equivalere all’abbandono, qui entra in gioco lo stato che dovrebbe destinare più fondi verso la cura dell’anziano con incentivi e supporti, non per forza economici, ma anche semplicemente sotto forma di strutture degne di questo nome che possano soddisfare tutti i bisogni di una persona anziana che desidera solo passare il resto della propria vita in armonia e senza sentire il peso della propria persona gravare sullo stato e sulla società. Oltre a questo, servirebbero degli aiuti per acquistare oggetti, come il montascale ad esempio, che possono migliorare senza dubbio la qualità della vita dei nostri senior, e forme di protezione migliori per evitare brutte storia come questa ennesima truffa.

Non è semplicemente un discorso sotto il punto di vista economico, ma soprattutto culturale, una cultura che deve cambiare e che deve iniziare a considerare gli anziani come meritano.